No menu items!

Modulo CID, cosa sapere in quindici punti [modello CID]

Più letti

Un modulo CID di costatazione amichevole elaborato bene ci fa evitare complicazioni.

Quando siamo distratti o in fretta, un incidente può capitare a chiunque anche al più bravo dei conducenti. Quando l’incidente è piccolo o insignificante, non abbiamo sempre bisogno dell’intervento della polizia perché tutto può essere risolto attraverso la compilazione di un modulo CID.

Il modello CID per la costatazione amichevole di incidente è detto « Modulo CAI », o chiamato anche « Modulo CID » (da Convenzione Indennizzo Diretto) ci farebbe guadagnare molto tempo.

La più importante raccomandazione quindi sarebbe quella di averne uno sempre nel nostro veicolo insieme ad una penna per poter compilarlo scrivendo in stampatello e in modo leggibile. Quando è necessario farlo, è importante cercare di tranquillizzarci e di non innervosirci specialmente nel caso in cui non siamo noi i colpevoli (come quando il nostro veicolo è urtato). Inoltre è anche molto importante compilare questo modulo senza fretta o precipitazione per non fare errori.

Il quarto d’ora o i dieci minuti impiegati nella giusta compilazione di questo modulo permetteranno dopo di non aspettare molto per avere il risarcimento del danno e quindi di ricevere il compenso velocemente dalla compagnia di assicurazione. Se i due conducenti si mettono d’accordo per compilare insieme il modulo CID, l’assicurazione quando riceve la richiesta per i danni alla vettura è costretta secondo le normative, a proporre la somma del risarcimento non dopo trenta giorni (mentre per i danni avvenuti alle persone, non si devono oltrepassare i 90 giorni). Ma quando non c’è un accordo e viene rimesso il CAI alla propria compagnia assicurativa con una singola firma, bisogna fornire almeno una prova su come è stato avvenuto il sinistro, come per esempio testimonianze di persone che erano presenti nel momento dell’incidente e quindi fornire anche i loro dati anagrafici oppure se ci sono stati vigili urbani, carabinieri o la polizia municipale, bisognerebbe indicare il loro intervento se ce ne era uno.

E da ricordare che il modello CID ha la stessa struttura in tutte le lingue cioè se il sinistro avviene fuori dall’Italia, avremo da compilare gli stessi punti del modulo italiano. Da notare anche che quando compiliamo il modulo è uguale descrivere il nostro veicolo sotto la lettera A oppure sotto la lettera B.

modulo cid

Il modello CID ci risparmia tempo durante la procedura di risarcimento dei danni subiti durante un incidente stradale da parte dalla compagnia di assicurazione .

Porta il modulo CID sempre con te, con una penna funzionante!

Eccovi quindici indicazioni da seguire per riuscire a compilare in modo giusto il modulo CID :

Punto 1: Per scrivere la data bisogna mettere il giorno seguito dal mese e dall’anno e l’ora del sinistro viene espressa in ore 24 , per esempio le 15,30;

Punto 2:  Bisogna indicare il nome del comune, della provincia e anche della via o della località dove è accaduto l’incidente ;

Punto 3: non dimenticare mai di compilare la parte dove è scritto « Altre informazioni » nel caso in cui ci sono stati persone ferite ;

Punto 4: Bisogna usare più di un modulo CID quando ci sono danni a più di due veicoli e così ogni due conducenti i cui veicoli si sono urtati compilano un modulo ;

Punto 5: Se ci sono dei testimoni presenti sul luogo dell’incidente sarà utile la loro testimognanza per individuare correttamente le rispettive responsibiltà dei due conducenti, quindi è necessario raccogliere subito i loro dati per non avere ulteriori difficoltà a trovarli dopo;

 Punto 6: La parola “assicurato” indica il proprietario della polizza . Quando scriviamo poi il numero di telefono è preferibile che sia un numero di rete fissa e con cui si può raggiungere l’assicurato per un eventuale bisogno più tardi di qualche informazione affinché non ci sarà spreco di tempo ;

cid

Punto 7: Dobbiamo scrivere correttamente la marca, il modello e soprattutto la targa del veicolo ;

Punto 8: Da compilare il modulo anche con il nome della compagnia di assicurazione poi il numero della polizza, la durata della validità della copertura che troviamo scritta sul Certificato di assicurazione. Dobbiamo inoltre dire se nella polizza sono inclusi anche i danni materiali al veicolo o no perché si deve sapere se è stata anche fatta l’assicurazione con la garanzia Kasko o Collisione o Mini-Kasko;

Punto 9: Il “conducente” è la persona che stava al volante quando è avvenuto l’incidente. Se l’assicurato è stato lui che guidava, viene compilata la parte del conducente con gli stessi dati dell’assicurato ;

Punto 10: sopra il disegno dell’automobile bisogna mettere una croce solo dove è avvenuta la collisione e non evidenziare tutte le parti danneggiate ;

Punto 11: Bisogna fare una descrizione riassuntiva dei danni materiali visibili anché se non vengono elencati tutti perché l’esperto della compagnia caricato dell’indagine tecnica avrà il compito di indicare e precizzare il danno globale ;

Punto 12: Ci sono delle caselle che bisogna barrare per indicare le circostanze che discrivono la situazione di ogni veicolo e se non troviamo una circostanza adeguata non dobbiamo barrare nessuna casella, in questo caso bisogna seguire le indicazioni nei punti sucessivi (13 e 14). Non bisogna dimenticare inoltre che l’altro conducente ci potrebbe fare torto mettendo una croce su una sbagliata casella ;

Punto 13: Per non essere costretti di compilare di nuovo il modulo se ci sbagliamo mentre facciamo il grafico, è meglio farlo su un foglio prima di ricopiarlo sul modello CID ;

Punto 14: è utile scrivere qualche osservazione relativa alle circostanze dell’incidente per dare più spiegazioni senza ripetere però ciò che è stato indicato con le crocette o tramite il grafico. Quando non abbiamo torto possiamo scrivere che abbiamo raggione e chiedere all’altro conducente di indicare che è stato lui il responsabile di quello che è successo ;

Punto 15: il fatto che i due conducenti abbiano compilato il modello CID e messo le loro firme, rende più rapido il risarcimento. La firma è anche necessaria per denunciare il sinistro ed è obbligatoria . Nel caso in cui l’altro conducente rifiuta di compilare il modulo CID, dobbiamo compilare la nostra parte in modo integrale e per ciò che riguarda la parte riservata all’altro veicolo dobbiamo almeno scrivere la marca, il modello , la targa , il nome della compagnia di assicurazione e il numero della polizza se è possibile anche la sua validità, cerchiamo insomma di raccogliere il massimo di informazioni relative al veicolo di controparte.

Dopo aver letto il nostro articolo sul modello CID ti consigliamo di leggere anche i nostri articoli su: cometafondo, clarisbanca e quotazione MPS.

More articles

Ultimi articoli