Cash-back, nuove regole per il cashback di Stato 2021

0
22
Cash-Back

Riparte il cash-back con qualche differenza rispetto al cashback di Stato 2020

Cashback di Stato 2021, sono necessari 50 pagamenti a semestre per ricevere il rimborso del cash-back

Oggi parliamo del cash-back o anche noto come Cashback di Stato. È uno dei meccanismi promozionali più popolari: cash-back significa ottenere indietro i soldi in cambio degli acquisti effettuati. A partire dal 1° gennaio 2021, infatti, è entrato in vigore il cosiddetto cashback di Stato che prevede il rimborso del 10% delle spese effettuate con sistemi di pagamento elettronici nei negozi fisici. L’8 dicembre si è partito con la versione sperimentale dell’iniziativa, il cash-back di Natale

Il cash-back o cashback di Stato è una delle misure del “Piano Italia cashless” pensate per disincentivare l’uso del contante, spingere i pagamenti digitali e contrastare l’evasione fiscale. Nei progetti del Governo, infatti, il cashback di Stato sarà un rimborso dato dal Governo ai cittadini per gli acquisti pagati con carta o dispositivi mobile. A gennaio si riparte ed entra a pieno regime il cashback di Stato, che si protrarrà fino al 30 giugno 2022.

Ti potrebbe interessare anche:  Rc auto: il mercato Italia, novità 2020

Cash-back 2021, le novità del cashback di Stato

Cash-back-come-funziona

Quello che cambia rispetto al cash-back di Natale è il numero di transazioni e anche la durata del piano. Si devono effettuare 50 pagamenti a semestre per ottenere il 10% di rimborso sulle spese effettuate dal 1 gennaio. La modalità di pagamento invece rimane invariata, e viene fatta con carta o bancomat e tramite pos. Chi vuole partecipare al rimborso di Stato dovrà necessariamente usare l’App Io.

Dopo la chiusura della prima fase il 31 dicembre, sono previste tre fasi della durata di sei mesi ciascuna: 1° gennaio 2021 – 30 giugno 2021, 1° luglio 2021 – 31 dicembre 2021, 1° gennaio 2022 – 30 giugno 2022.

Nel 2021, accanto al cash-back ordinario c’è anche il super cashback di Stato, che ti permette di guadagnare un premio da 1.500 euro a semestre. Il super cashback di Stato, che è entrato in vigore il 1 gennaio 2021, sarà valido fino al 30 giugno 2022, e solo i primi 100mila consumatori che avranno totalizzato il maggior numero di transazioni riceveranno i premi.

Cash-back di Stato, cosa cambia col nuovo semestre per il cashback di Stato

Chi si è già registrato da dicembre, non avrà bisogno di rifare l‘iscrizione perché risulterà automatica anche nelle fasi successive. La sezione Portafoglio dell’App Io, aprirà una scheda ad ogni nuovo semestre. Ci saranno necessarie invece non più 10 ma 50 transazioni minime per ottenere il rimborso del 10% previsto dal programma del super cashback di Stato.

Ti potrebbe interessare anche:  Azimuth quotazione, azimut grafico e analisi tecnica

Cash-back di Stato 2021, come funziona

Dopo avere fatto l’iscrizione al programma Cash-back che sarà valido dal 1 gennaio 2021 al 30 giugno 2022, puoi ottenere un rimborso in denaro per i tuoi acquisti che non dovranno essere per uso professionale e che saranno effettuati sul territorio nazionale, con strumenti di pagamento elettronici. Bisogna raggiungere il numero minimo di 50 transazioni valide in un semestre. Sono validi tutti i pagamenti fatti presso i punti vendita fisici o verso artigiani e professionisti (idraulici, elettricisti, medici, avvocati ecc.) che hanno un dispositivo di accettazione dei pagamenti elettronici come il Pos. Tutti gli acquisti online sono esclusi.

Cashback di Stato, limiti di spesa e rimborsi per ottenere il Cash-back

cash-back di stato

Viene previsto il rimborso di 10% del valore complessivo dei pagamenti fatti in un semestre senza fissare un importo minimo di spesa. L’importo massimo complessivo invece sarà di 150 euro e quindi per ogni singola transazione, il rimborso non supera 15 euro. Non ci sarà comunque un rimborso sul valore complessivo superiore a 1.500 euro nel singolo semestre.

Cashback di Stato, come registrarsi e iniziare a guadagnare Cash-back

Se hai più di 18 anni e risiedi in Italia e non hai fatto l’iscrizione a dicembre 2020 per il cash-back di Natale, ecco come procedere:

  • Accedere attraverso l’App Io, sul proprio smartphone o tablet compatibile;
  • Troverai tutte le informazioni sul sito di IO, l’app dei servizi pubblici.
  • Puoi registrarti anche sugli altri sistemi messi a disposizione dagli “Issuer Convenzionati”, che sono i soggetti che emettono gli strumenti di pagamento elettronici che hai scelto per partecipare all’iniziativa e che hanno sottoscritto una convenzione con PagoPa S.p.A:
  • Al momento dell’adesione devi fornire: il codice fiscale, gli estremi identificativi di uno o più strumenti di pagamento elettronici che hai previsto di utilizzare partecipando al programma, il codice IBAN per l’erogazione dei rimborsi tramite bonifico.
Ti potrebbe interessare anche:  bit bmps di Banca Monte Paschi di Siena - ISIN: IT0005218752

Cashback di Stato, il calendario dei rimborsi del Cash-back

I rimborsi del Cash-back sono accreditati dopo alcuni mesi sull’Iban fornito nella fase di registrazione al servizio come è già stato previsto per i rimborsi del cash-back sperimentale di Natale, che arriveranno entro febbraio 2021. Ecco il calendario:

  • periodo sperimentale extra cash-back di Natale (08-31 dicembre 2020): rimborsi entro febbraio 2021;
  • 1° Semestre (1° gennaio 2021 – 30 giugno 2021): entro 60 giorni dalla fine del periodo;
  • 2° Semestre (1° luglio 2021 – 31 dicembre 2021): entro 60 giorni dalla fine del periodo;
  • 3° Semestre (1° gennaio 2022 – 30 giugno 2022): entro 60 giorni dalla fine del periodo.

Ti consigliamo di leggere anche i nostri articoli su: cometafondo, clarisbanca e quotazione MPS.

Scarica qui l’App IO e inizia ad accumulare il tuo cash-back di Stato.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui